Festival Transart

 

"TRANSART, festival del contemporaneo senza confini - nelle forme, nei generi, nelle arti ma anche nel pensiero e nella creatività di respiro internazionale, è una seconda occasione italiana, oltre a Venezia, di vivere la musica più sperimentale del nostro secolo."

(gdm, giornale della musica, 2016)

"Transart spicca per l’originalità delle location a Bolzano e dintorni: fabbriche, ex-caserme, pascoli alpini."

(Bell’Italia, 2017)

"Transart, un festival dalle molti voci"

(Avvenire, 2016)

 

"Un festival interamente dedicato alla contemporaneità, all’artista di oggi."

(Operalibera)

 

Il festival

FESTIVAL TRANSART è uno dei più importanti festival multidisciplinari di cultura contemporanea in Italia.
Apprezzato in tutto Europa, TRANSART coinvolge il pubblico in una nuova ed emozionante scoperta dei più importanti e innovativi progetti di cultura contemporanea allestiti in spazi che ne esaltano il carattere sperimentale: fabbriche abbandonate, baite in alta montagna, ex-caserme, università.
Partendo da Bolzano, centro nevralgico del festival, musica classica, elettronica, performance, spettacoli, mostre, cinema, nuove tecnologie vengono presentati, in tutta la regione da nord a sud, creando una piattaforma contemporanea interregionale e transfrontaliera.

Alcuni nomi

Negli anni TRANSART ha ospitato artisti di tutto il panorama internazionale, fra cui Marina Abramović, Nils Frahm, Laurie Anderson, Blixa Bargeld, Omar Souleyman, Matthew Barney, Jon Hopkins, Beat Furrer, Klangforum Wien, Matthew Johnson, Moataz Nasr, Sonic Youth, Quiet Ensemble, Teho Teardo, Tokyo Contemporary Dance, Roman Signer, Tomoko Mukayama; e ha collaborato con Festival come MUTEK Montreal, Maerz Musik Berlin, Club To Club Festival, Klangspuren Schwaz, Elevate Festival…